Al sole con serenità

Con l’arrivo della bella stagione siamo sempre più esposti ai raggi del sole e per molti vantare una bella abbronzatura diventa quasi una prerogativa. Allo stesso tempo insorge il timore che con l’esposizione solare la nostra pelle possa andare incontro ad una serie di problematiche, sintomo di  invecchiamento precoce.
Il sole è davvero così dannoso per la nostra pelle?
La risposta, in verità, risiede nel nostro buon senso!

Il sole è la fonte di vita del nostro pianeta e sarebbe illogico pensare che le sue radiazioni siano essenzialmente nocive per l’essere umano. Infatti l’esposizione ai raggi solari avrebbe più benefici che rischi se gestita in modo consapevole. Oltre a provvedere un generalizzato benessere psicofisico, migliora la circolazione sanguigna, potenzia le difese del corpo, rinvigorisce la struttura ossea. I raggi del sole sono inoltre indispensabili per la sintesi della vitamina D che interviene nell’assorbimento del calcio.

Una parte dei raggi solari, non visibili, è costituita dai raggi ultravioletti che si dividono in tre classi a seconda della loro lunghezza d’onda, fattore determinante la profondità di penetrazione cutanea. Gli UV-C sono particolarmente dannosi per la salute ma vengono trattenuti dalla fascia di ozono e per questo non hanno effetti particolari sulla pelle. Gli UV-A penetrano negli strati più profondi della pelle, arrivando fino alle cellule del derma. Alterano e danneggiano i fasci di collagene ed elastina e rappresentano infatti la più diretta causa delle scottature. Gli UV-B penetrano nello strato superficiale della pelle, l’epidermide. Sono loro a determinare il colore ambrato tipico della pelle abbronzata, stimolando la produzione di melanina, pigmenti scuri che fungono come una sorta di filtro solare per il corpo, assorbendo l’energia in eccesso e “sacrificandosi” per evitare che vi siano danni maggiori. È importante non solo testare il livello di SPF (fattore di protezione solare), utile alla protezione della pelle sulla base del nostro fototipo, ma anche la foto stabilità, cioè la capacità del sistema filtrante di rimanere stabile nel tempo, a contatto prolungato con luce e alte temperature.

Con SUN EXPERIENCE Naturalia Sintesi ha scelto di realizzare una linea di filtri solari che sia allo stesso tempo: efficace e sicura, perché si avvale di un sistema filtrante testato per la fotostabilità, ricavato da un bilanciamento ottimale di filtri differenziati, per un perfetto risultato “skin like” atto a riprodurre il meccanismo d’azione della melanina; semplice e piacevole, perché composta di prodotti eccellenti dal punto di vista organolettico, di alta resa, piacevoli per ogni tipo di pelle, nel rispetto del fototipo individuale; curata anche nei dettagli, come per il confezionamento protettivo di alta qualità e dai toni chiari, tale da riflettere i raggi solari e mantenerne più a lungo le caratteristiche chimico/organolettiche intatte.

Arricchite con estratto di guar (una gomma di origine vegetale), estratto di anguria del Kalahari e bio-attivatore della tirosina, i solari Naturalia Sintesi non sono semplici protezioni, ma veri e propri cosmetici completi che svolgono allo stesso tempo un’azione idratante, emolliente e stimolatrice per difendere la pelle dal foto-invecchiamento. La linea è declinata nelle varianti SPF 50+, SPF 30, SPF 15 ed è completata da un BALSAMO doposole con estratto di aloe vera dall’azione naturalmente emolliente, decongestionante e idrorestituiva.

In sintesi, i solari Sun Experience, in concerto con un’esposizione moderata e consapevole, favoriscono lo svilupparsi di un’abbronzatura dorata ed uniforme, mentre tutelano la naturale idratazione e morbidezza della pelle dall’azione nociva dei raggi UVA e UVB.