Gli eventi di questi ultimi mesi hanno cambiato i nostri gesti quotidiani: frequente igiene delle mani, distanziamento sociale e uso della mascherina.

L’utilizzo costante di quest’ultimo dispositivo di accertata sicurezza può tuttavia determinare la comparsa di irritazioni o l’aumento di disturbi preesistenti sulla pelle del viso come ad esempio nelle pelli a tendenza acneica.

Il sintomo che si osserva più frequentemente è l’aumento di fenomeni acneici: brufoli, pelli intossicate da Co2 o povere di ossigeno, sensibilità cutanea, couperose.

Il termine coniato e usato oggi da diversi autori, per racchiudere tali fenomeni è, lo ricordiamo, “Maskne” (Acne da mascherina).

Alcune mascherine altamente protettive sono realizzate con tessuti rigidi e ruvidi (e quindi irritanti per strofinamento) altre, le mascherine chirurgiche o quelle di comunità, realizzate con tessuti più morbidi, se non di buona qualità, possono intossicare la pelle per trasferimento dei composti o dei coloranti di cui sono fatte.

Sottolineo ed esplicito l’efficacia dell’uso della mascherina, per limitare il più possibile la trasmissione del virus.

Precisato ciò e senza entrare nel merito di manifestazioni dermatologiche di pertinenza medica, vediamo adesso come far fronte ad eventuali problemi che possono insorgere in seguito all’utilizzo della mascherina

Pochi e semplici gesti quotidiani, accompagnati da prodotti di qualità, possono fare la differenza:

  • detergere quotidianamente il viso con latte o crema detergente di buona qualità;
  • applicare un tonico utile per asportare i residui della detersione, creare un leggero effetto astringente e riequilibrare il pH della pelle;
  • effettuare, ogni 5/7 gg, un peeling leggero, seguito da un riequilibrio del pH e dell’NMF;
  • effettuare, due volte a settimana, una maschera lenitiva e/o detossinante.
  • applicare regolarmente creme altamente idratanti.

Per garantire l’efficacia della nostra routine di prevenzione, cura e bellezza della nostra pelle del viso, Naturalia Sintesi (eccellenza nella cosmesi italiana e internazionale) ha messo a punto un programma di beauty routine adatto a tutte le pelli senza particolari inestetismi composto da:

  • Crema detergente CLEANSING CREAM EXTRA MILD + Lozione tonica REFINING LOTION;
  • Peeling ABRADOUCE per una rimozione dolce delle cellule morte;
  • SPECIAL HYDRO COMPLEX per una massima e prolungata idratazione;
  • Crema MOISTURIZING TRIELASTON per idratare e remineralizzare.

Per pelli con inestetismi specifici si consigliano invece:

  • per la pelle grassa: PUFAC MOUSSE e PUFAC TWIN SERUM & CREAM;
  • per pelli sensibili e/o couperosiche CLAREGEN SENSITIVE e CLAREGEN COMFORT associate a una corretta detersione.

Nulla di più, quindi, per un approccio semplice e corretto all’igiene della pelle… post e pre-mascherina.

Ricordiamo che l’acne, nelle sue forme di pertinenza estetica, si presenta spesso con manifestazioni infiammatorie del follicolo pilifero e della annessa ghiandola sebacea. La mutata quantità e soprattutto la qualità del sebo prodotto impedisce a quest’ultimo di uscire dal follicolo (il sebo, ricordiamo, mantiene l’idratazione della pelle e la sua morbidezza); il follicolo si occlude e i batteri anaerobici saprofiti presenti iniziano a moltiplicarsi innescando il processo infiammatorio.

Lo strofinamento della mascherina aumenta la formazione di cheratina nello strato corneo che, a sua volta, occlude ulteriormente il follicolo impedendo la fuoriuscita del sebo indurito.

Cosa fare allora?

L’utilizzo di prodotti specifici anche la sera, come ad esempio quelli della la linea PUFAC, può risultare molto vantaggioso nel trattamento di pelle acneica per una migliore azione notturna senza mascherina.

Utilissima inoltre, per le pelli più sensibili, l’applicazione sotto la mascherina, dopo aver seguito le regole suddette di detersione e di ripristino dei parametri naturali della pelle, di creme specifiche come CLAREGEN SENSITIVE o CLAREGEN COMFORT nelle pelli couperosiche.

  • Registrazione
Lost your password? Please enter your username or email address. You will receive a link to create a new password via email.